Ieri a Roma, oggi a Napoli. E' il rush finale per la lotta contro i finanziamenti pubblici europei alla Corrida. Domani, 28 ottobre, a Strasburgo si vota per l'approvazione del Bilancio UE 2016 e noi ci saremo: consegneremo le migliaia di firme raccolte con la Campagna 'Stop Corrida' per abolire i fondi alla tauromachia e seguiremo i lavori parlamentari. Ogni anno i cittadini europei pagano 129,600,000 di euro per sovvenzionare gli allevamenti dei tori da combattimento, fondi che si inseriscono nella più ampia fetta di finanziamenti destinati al comparto Agricoltura.

I Media hanno accolto le nostre istanze raccontando con i video e ampi articoli dettagliati le nostre manifestazioni per l'abolizione dei fondi a questa tortura legalizzata.

Corriere della Sera -  "Per l’occasione Piazza del Popolo si è trasformata in Plaza de Toros e gli attivisti hanno impersonato il ruolo di toreri e tori"

GUARDA il VIDEO >> http://bit.ly/1Gvolq9

 

La Repubblica - No alla Corrida, il flash mob degli Animalisti  SFOGLIA la FOTOGALLERY >> http://bit.ly/1MpFZxL

 

Il Tempo - Pecunia non olet dicevano i latini. Ma se i finanziamenti pubblici alla Corrida (129,600,000 di euro l'anno) non odorano, di certo hanno il colore del sangue. 

LEGGI TUTTO >>> http://bit.ly/1MguEK8

 

Meridiana Notizie >> Ascolta l'intervista del Presidente Walter Caporale https://www.youtube.com/watch?v=Cw29Kl2pMIs

 

Quotidiano.net >> Gli animalisti e tutti gli italiani in generale - argomenta Mitrotti - sono indignati dal fatto che in Europa si decida di finanziare la sanguinaria pratica della Corrida. Per questo motivo, dopo le migliaia di firme raccolte e il confronto con gli Eurodeputati italiani, la maggior parte dei quali purtroppo lo scorso anno votarono contro l'abolizione dei finanziamenti, mercoledì 28 saremo a Strasburgo nella speranza di poter festeggiare.  LEGGI TUTTO http://bit.ly/1k7cX9j

 La Rampa di Napoli >> http://bit.ly/1Mgwfzz

 

 

 

 

 

__________ Leggi tutto... __________

FINANZIAMENTI PUBBLICI EUROPEI ALLA CORRIDA:

IL 28 OTTOBRE SI VOTA

 

Animalisti Italiani Onlus ha mostrato senza veli in Piazza del Popolo

le torture inferte ai tori prima di entrare nell'arena

 

Il Presidente Walter Caporale:

Domani saremo a Napoli davanti al Consolato Spagnolo”

 

Il resp. Campagna 'Stop Corrida', Mauro Mitrotti:

“Le votazioni dello scorso anno e la politica di Podemos ci fanno ben sperare”

 

 

Roma, 26 ottobre – Pecunia non olet dicevano i latini. Ma se i finanziamenti pubblici alla Corrida (129,600,000 di euro l'anno!) non odorano, di certo hanno il colore del sangue. Lo spettacolo inscenato questa mattina in Piazza Del Popolo da Animalisti Italiani Onlus , www.animalisti.it, ha squarciato -se ce ne fosse ancora bisogno - il velo di Maya, mostrando ai presenti quanto accade ai tori prima di entrare nell'arena e durante la tauromachia stessa.

 

Limatura delle corna, vasellina nelle mucose e percosse per innervosire e stordire il toro che, una voltra entrato nell'arena, è facile preda del torero e della sete di sangue di chi nel 2015 continua ad essere convinto che cultura faccia rima con tortura. In occasione delle votazioni per approvare il Bilancio UE 2015, a Strasburgo lo scorso anno la maggioranza dei parlamentari si è dichiarato a favore dell'abolizione dei finanziamenti pubblici alla Corrida (326 Si contro i 307 NO), tuttavia la questione si concluse con un nulla di fatto per il mancato raggiungimento del quorum.

 

Quest'anno potrebbe, anzi DEVE essere, la volta buona. Mercoledì 28 ottobre il Parlamento Europeo si riunisce per approvare il Bilancio UE 2016, che all'interno della vasta porzione di finanziamenti prevista per il settore Agricoltura vanta una cospicua fetta destinata agli allevamenti. In Spagna questi soldi vengono dirottati agli allevamenti dei tori da combattimento.

Domani (27 ottobre, ndr) saremo a Napoli davanti al Conolato Spagnolo - annuncia il Presidente di Animalisti Italiani Onlus, Walter Caporale - per manifestare tutta la nostra indignazione nei confronti della Spagna, che mantiene in vita una tradizione berbera utilizzando i soldi di tutti i cittadini della Comunità Europea”. La richiesta è palese: se proprio la Spagna non riesce a fare a meno di questo spettacolo orrendo etichettato sotto il nome di tradizione, che almeno non lo finanzi con i soldi pubblici”.

 

Così Mauro Mitrotti, il responsabile della Campagna 'Stop Corrida' organizzata dall'Associazione, che mercoledì 28 sarà presente a Strasburgo per consegnare le migliaia di firme raccolte contro i finanziamenti pubblici alla Corrida e per assistere ai lavori parlamentari: “quest'anno mi aspetto che sia la volta buona per bloccare i fondi pubblici alla tauromachia. I motivi - spiega - sono essenzialmente due. Il primo è costituito dal risultato dello scorso anno, quando la maggioranza ha votato per l'abolizione dei fondi che, di fatto, non vennero bloccati perché non si è raggiunto il quorum. La seconda ragione è che la Spagna stessa ha aperto la strada al cambiamento attraverso le scelte politiche del partito Podemos il quale, nelle Amministrazioni di cui ha assunto il governo, ha bloccato l'erogazione dei fondi alla Corrida”. 

Se anche TU vuoi aiutarci in questa battaglia e fare la differenza, scrivi agli Eurodeputati Italiani,

ecco il fac-simile della lettera e tutti gli indirizzi mail >> http://bit.ly/1ReHjkM

 

__________ Leggi tutto... __________

 

Animalisti Italiani Onlus mostra senza veli

i maltrattamenti subiti dai tori prima della Corrida

 

Il 28 ottobre si vota a Strasburgo il Bilancio UE 2016, NOI CI SAREMO!

Il responsabile della Campagna Stop Corrida, Mauro Mitrotti:

Basta al finanziamento di una tortura legalizzata”

 

 

Roma, 23 Ottobre – Lunedì 26 ottobre Piazza Del Popolo si trasforma in Plaza de Toros. Animalisti Italiani Onlus - www.animalisti.it - alle ore 11 inscenerà quello che accade prima e durante la Corrida. Gli attivisti impersoneranno i ruoli di toreri e tori per mostrare, senza veli e censure, quello che accade lontano dagli occhi del pubblico e che ancora in parecchi non sanno.

 

Vasellina negli occhi per annebbiare la vista e sulle mucose per provocare fastidio e bruciore. Testicoli sollecitati da spilli acuminati, limatura delle corna per amplificarne la sensibilità e torture gratuite per indebolire e innervosire il toro. Il tutto con il beneplacito della Comunità Europea che ogni anno, a fronte di 129,6 milioni di euro, finanza questa tortura legalizzata con i soldi dei cittadini europei, italiani compresi.

 

Mercoledì 28 Ottobre potrebbe segnare la svolta: a Strasburgo si vota in Plenaria il Bilancio UE 2016. Lo scorso anno la maggioranza dei deputati presenti ha votato a favore dell'abolizione dei fondi europei ( 326 SI, 309 NO, 58 ASTENUTI), ma la maggioranza assoluta era fissata a 376 voti. Decisivi quindi i 58 astenuti che, con la loro ignavia, hanno permesso l'approvazione dei finanziamenti a causa del mancato raggiungimento del quorum.

 

Il Presidente di Animalisti Italiani Onlus, Walter Caporale: “Questi finanziamenti sono previsti nell'ambito delle politiche agricole dell'Unione Europea ed in particolare vengono stanziati Fondi per l'agricoltura e gli allevamenti. La parte destinata alla Spagna viene utilizzata per gli allevamenti dei Tori da combattimento”.

 

Con la campagna Stop Corrida, l'associazione ha raccolto migliaia di firme a favore dell'abolizione dei fondi alla tauromachia e il responsabile di questa nostra battaglia, Mauro Mitrotti, mercoledì 28 ottobre sarà in Parlamento Europeo per seguire da vicino i lavori e portare a Strasburgo le firme e le istanze delle nostre politiche animaliste.

 

Gli animalisti e tutti gli italiani in generale - argomenta Mitrotti - sono indignati dal fatto che in Europa si decida di finanziare la sanguinaria pratica della Corrida. Per questo motivo, dopo le migliaia di firme raccolte e il confronto con gli Eurodeputati Italiani, la maggior parte dei quali purtroppo lo scorso anno votarono contro l'abolizione dei finanziamenti, mercoledì 28 saremo a Strasburgo nella speranza di poter festeggiare”.

 

__________ Leggi tutto... __________

ESEMPIO DI LETTERA DA INVIARE AGLI EURODEPUTATI ITALIANI:

Gentile Deputato
nella prossima sessione plenaria (prevista per Mercoldeì 28 Ottobre a Strasburgo) sarà presentato un emendamento fondamentale, già approvato dalla Commissione Ambiente, Salute e Sicurezza alimentare, che prevede L'ANNULLAMENTO degli aiuti finanziari previsti nel quadro delle politiche agricole comuni (P.A.C.) per l'allevamento dei tori destinati alla Corrida. Attualmente questa cifra corrisponde a 129 MILIONI DI EURO!!!

La stragrande maggioranza di cittadini europei è sensibile alla sorte degli animali. Inoltre, in un periodo in cui la crisi economica e finanziaria è così presente nella nostra quotidianità, sarebbe desiderabile e giusto che i fondi europei non fossero utilizzati per finanziare il martirio e lo sfruttamento degli animali nel quadro di spettacoli che definire controversi è un eufemismo.

In qualità di cittadino ed elettore le chiedo di sostenere questo emendamento col suo voto nella sessione plenaria in cui sarà presentato. Si tratta, agli occhi di tutti, di una decisione etica, morale e che risponde al giusto utilizzo dei fondi pubblici.

I miei più cordiali saluti"

 

INDIRIZZI MAIL A CUI INVIARE LA LETTERA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Prospetto di come hanno votato gli Europarlamentari Italiani nel 2014

Emendamento n° 6334 – Abolizione dei Finanziamenti Europei alla Corrida

22 Ottobre 2014 - Strasburgo

 

 

Il VOTO DEI DEPUTATI ITALIANI:
Panoramica generale

46,6% favorevole all'emendamento (per eliminare il finanziamento)
45,2% contrario all'emendamento (per mantenere il finanziamento)
6,8% astenuto
1,3% assente

Partiti:
PD (S&D): favorevole 38,7%, contrario 51,6%, astenuto 9,7%
M5S (EFDD): favorevole 100%, contrario 0%, astenuto 0%
Forza Italia (EPP): favorevole 0%, contrario 100%, astenuto 0%
Lega Nord (NI-Non Iscritti): favorevole 0%, contrario 60%, astenuto 40%
Lista Tsipras (GUE/NGL): favorevole 100%, contrario 0%, astenuto 0%
NCD-UDC (EPP): favorevole 33,3%, contrario 33,3%, astenuti 0%, assenti: 33,3%
SVP (EPP): favorevole 100%, contrario 0%, astenuto 0% 

 

 

FAVOREVOLI A BLOCCARE I FINANZIAMENTI ALLA CORRIDA: VOTI 35

 

- Adinolfi (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Affronte (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Agea (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Aiuto (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Beghin (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Benifei (PD - S&D)

- Bettini (PD - S&D)

- Borrelli (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Briano (PD - S&D)

- Caputo (PD - S&D)

- Castaldo (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Chinnici (PD - S&D)

- Cofferati (PD - S&D)

- Corrao (Movimento 5 stelle - EFDD)

- D'Amato (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Dorfmann (Südtiroler Volkspartei - PPE)

- Evi (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Ferrara (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Forenza (Lista Tsipras - GUE/NGL)

- Gasbarra (PD - S&D)

- Gentile (PD - S&D)

- Giuffrida (PD - S&D)

- Kyenge (PD - S&D)

- La Via (Nuovo Centro Destra - PPE)

- Maltese (Lista Tsipras - GUE/NGL)

- Moi (Movimento 5 stelle - EFDD) 

- Pedicini (Movimento 5 stelle - EFDD)   

- Schlein (PD - S&D)

- Spinelli (Lista Tsipras - GUE/NGL)

- Tamburrano (Movimento 5 stelle - EFDD) 

- Valli (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Viotti (PD - S&D)

- Zanni (Movimento 5 stelle - EFDD)

- Zanonato (PD - S&D)

- Zullo (Movimento 5 stelle - EFDD)

 

CONTRARI A BLOCCARE I FINANZIAMENTI ALLA CORRIDA: VOTI 32

 

- Bonafè (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Bresso (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Buonanno (Lega Nord - Non Iscritti) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Cicu (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Cirio (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Comi (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Cozzolino (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Danti (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- De Castro (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- De Monte (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Fitto (Forza Italia - PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Fontana (Lega Nord - Non Iscritti) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Gardini (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Gualtieri (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Martusciello (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Matera (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Morgano (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Mosca (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Mussolini (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Panzeri (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Paolucci (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Patriciello (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Pittella (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Pogliese (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Salini (Nuovo Centro Destra – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Salvini (Lega Nord - Non Iscritti) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Sassoli (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Sernagiotto (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Soru (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Tajani (Forza Italia – PPE) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Toia (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Toti (Forza Italia – PPE)

 

ASTENUTI: VOTI 5

 

- Bizzotto (Lega Nord - Non Iscritti) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Borghezio (Lega Nord - Non Iscritti) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Costa (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Moretti (PD – S&D)

- Picierno (PD – S&D) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

ASSENTI: 1

 

Cesa (Nuovo Centro Destra - PPE)

 

 

__________ Leggi tutto... __________

 

Abruzzo, 14 Settembre 2015 - Dopo i censimenti, le autorizzazioni, riparte in Abruzzo la caccia anche a cervi e caprioli, bloccata in Consiglio Regionale dall'opposizione di Walter Caporale, per dieci anni Consigliere Regionale dei Verdi e attualmente Presidente degli Animalisti Italiani -www.animalisti.it- e Maurizio Acerbo, ex Consigliere Regionale di Rifondazione Comunista. Non c'è pace tra gli ulivi, anzi, tra i Parchi e persino le Aree protette dell'Abruzzo: il 9 settembre infatti è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione il Decreto firmato dal Presidente D'Alfonso che autorizza la caccia di cervi e caprioli.

"Scelta scriteriata di una Regione che continua a definirsi Verde, che beneficia dei Fondi Europei per i progetti di protezione e tutela ambientale (LIFE)" - dichiara Walter Caporale - "e che invece ha votato all'unanimità la mattanza di cervi e caprioli, MoVimento 5 Stelle incluso. Proprio il M5S, che in campagna elettorale aveva fatto promesse ben precise in materia di Natura e Ambiente, chiedendo il voto alle Associazioni di settore, e che ora -forse anche per meno di un piatto di lenticchie- si è venduto alle logiche del clientelismo e di potere. La mattanza di cervi e caprioli avverrà, nel silenzio assordante del Governatore D'Alfonso, anche nelle aree contigue all'orso: la qual cosa prepara un immediato avvio delle procedure di infrazione da parte dell'Unione Europea e dunque di possibili multe a carico dei cittadini abruzzesi (non pagano di certo, i politici, per i loro errori!)”.



Nelle precedenti Legislature il tentativo di carneficina ai danni di questi ungulati era stato bloccato per 10 anni dall'ostruzionismo, dall'opposizione, dalle denunce, dalle diffide e dal lavoro di Walter Caporale, allora Consigliere Regionale dei Verdi per dieci anni e di Maurizio Acerbo, allora tra le fila di Rifondazione Comunista.



Adesso: stagione nuova, problemi vecchi. Era l'aprile dell'anno scorso quando il Presidente Walter Caporale dichiarava: “L'assessore regionale abruzzese alla Caccia - Mauro Febbo, il Consigliere regionale di centro-destra, amico dei cacciatori, che ha presentato la vergognosa proposta, insieme al collega Sospiri - vuole far passare la mia come una battaglia ideologica, da animalista, da estremista che non conosce altre ragioni se non quelle di immolarsi per la salvezza degli animali. La mia invece è innanzitutto una battaglia di civiltà e di rispetto delle regole, dove si continuano ad approvare Leggi che non sono altro che marchette elettorali”.







Va precisato inoltre che il periodo della caccia al cervo verrebbe in gran parte a sovrapporsi con quello cosiddetto della “iperfagia”, quello cioè in cui gli orsi devono nutrirsi abbondantemente per prepararsi ai mesi invernali. Ne conseguirebbe un totale squilibrio dell'habitat in cui anche gli orsi verrebbero spaventati dai colpi di una caccia becera e senza regole, per non parlare degli incidenti che si potrebbero verificare nei parchi, che grazie a decreti firmati con il sangue somigliano sempre più a trincee di guerra che ad aree protette".



PER INVIO EMAIL DI PROTESTA:

  • Luciano D'Alfonso, Governatore Regione Abruzzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.





 

 

 

DICONO DI NOI:

AbruzzoWeb.it >>> http://bit.ly/1iJ9OvY











 

 

__________ Leggi tutto... __________
Pagina 2 di 8

Donazione

Per effettuare una donazione all'Associazione Animalisti Onlus, clicca il pulsante "Donazione" ed attendi qualche istante per effettuare la tua donazione online. O tramite bonifico:
Unicredit Banca IBAN IT 23 R 02008 05041 000110085946

5 per mille animalisti italiani onlus

Chi c'è Online

Abbiamo 28456 visitatori e nessun utente online