Lunedì, 10 Dicembre 2018 17:01

Chiude allevamento di visoni a Fossoli. Animalisti Italiani onlus: "Parlamento metta al bando questa barbarie".

“Dopo 60 anni chiude un luogo di sofferenza e di morte. A Fossoli i visoni venivano uccisi, proprio in questo periodo dell’anno, in camere a gas. Gli animali attendevano il giorno della loro uccisone nelle piccole gabbie degli allevamenti, prima di diventare indumento”. Lo rende noto Walter Caporale, Presidente di Animalisti Italiani onlus. “Oggi è un giorno di libertà - spiega - per tanti esseri innocenti che dovevano essere sterminati in nome di una moda sporca di sangue. Per anni abbiamo denunciato le condizioni inaccettabili di detenzione di animali feriti e morti all’interno di gabbie. L’industria della pelliccia deve ascoltare la crescente sensibilità degli italiani e chiudere questi luoghi di sofferenza. Ad oggi, tra Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Abruzzo, sono presenti una ventina di allevamenti di visoni nei quali sono imprigionati oltre 200mila creature innocenti: qui, questi esseri viventi trovano una morte lenta e dolorosa con il monossido o il biossido di carbonio". "Negli anni ’90 ne erano segnalati alla Camera di Commercio ben 125, ma il mercato delle pellicce oggi è in profonda crisi. Dagli 1,6 miliardi di euro del 2011 (già in calo rispetto agli 1,8 miliardi del 2006 e 2007) il valore della produzione italiana nel canale commerciale è sceso a 1,2 miliardi. Tra il 2015 e il 2016 il calo è stato dell’11,3%. Tra l'altro l’ultimo Rapporto Eurispes rivela che l’86,3% dei cittadini vuole il superamento degli allevamenti di animali da pelliccia. È il arrivato il momento che il Parlamento italiano metta al bando questa barbarie”, conclude Caporale.

Donazione

Per effettuare una donazione all'Associazione Animalisti Onlus, clicca il pulsante "Donazione" ed attendi qualche istante per effettuare la tua donazione online. O tramite bonifico:
Unicredit Banca IBAN IT 23 R 02008 05041 000110085946

5 per mille animalisti italiani onlus

Chi c'è Online

Abbiamo 127892 visitatori e nessun utente online